Martina DOGANA blog

26 aprile 2010

IM South Africa

Giornata durissima ieri a Port Elizabeth!

Già prima dell'alba, in zona cambio, spirava una brezza frescolina e non vedevo l'ora di infilare la muta per scaldarmi! quando sono scesa alla spiaggia ho pensato di avere un incubo: il mare era molto mosso, non si riusciva ad entrare per fare qualche bracciata e anche per uscire si rischiava di essere travolti dalle onde, anche perchè come sempre nel riscaldamento ognuno va dove vuole e non si cura di chi ha intorno!

comunque alle 7, puntuale, un colpo di cannone ha dato il via dalla spiaggia. Noi pro eravamo leggermente più avanti degli AG quindi sono riuscita ad evitare un po' di botte anche se non si riusciva a scavalcare le prime onde...cavolo me la sono vista brutta e a tratti ho avuto anche paura..ero convinta di aver nuotato malissimo ma quando all'uscita del secondo giro ho guardato l'orologio ho capito che tutto sommato ero nei miei standard e questo mi ha dato coraggio.
In bici erano 3 giri. Sono partita spingendo e le gambe giravano davvero bene soprattutto nei falsopiani che tanto odio in allenamento! al primo giro di boa ho visto che il gap dalle prime era abbordabile e ho continuato col mio ritmo senza badare ad altro. Ho raggiunto e superato alcune atlete che normalmente sono più forti di me e questo mi ha dato coraggio, ma non ho seguito l'impulso di aumentare ancora per staccarle perchè sarebbe stato un suicidio in vista del resto della gara! così ho continuato regolare e sono entrata in T2 in 5/6 posizione e circa 10'dalla battistrada. Ho cominciato a correre al mio ritmo stavo bene, le gambe erano a posto e potevo solo recuperare ancora posizioni importanti...però intorno al 15°km mi sono bloccata per un forte mal di pancia dovuto sicuramente alle bibite ghiacciate dei ristori e al vento, non riuscivo più a correre distesa, ho cominciato ad accorciare la falcata e inesorabilmente ho perso posioni. Purtroppo mi sono dovuta fermare 3 volte e questo ha compromesso una gara da cui mi aspettavo sicuramente di più.
Comunque anche questo fa parte del gioco, sono situazini che possono succedere e sono comunque e come sempre contenta di essere ancora una volta Ironman FINISHER e ancora una volta nella TopTen!

Devo ringraziare tutti per il tifo, i messaggi, le mail che mi avete mandato prima e dopo la gara, è sempre un onore avere tanti incitamenti ed appoggio da tante persone, grazie!

1 Commenti:

  • amo,come sempre hai dimostrato che nulla puo fermarti e all'arrivo pasi sempre con la bandiera tra le braccia...le gare possono essere perfette ma capita purtroppo ank l'inconveniente ma hai visto che si è lavorato molto bene eche in bici sei a livello delle piu forti quindi abu dhabi è un ricordo...dai su ti attendono ancora grandi gare e grandi soddisfazioni ne sono certo....with love

    Di Blogger Mirco, Alle 26 aprile 2010 15:33  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



<$I18N$LinksToThisPost>:

Crea un link

<< Home page